BigThink

Come promuovere Facebook nella vita reale: da clienti a fan!

Uno step molto importante all’interno di una Strategia di Marketing su Facebook è la promozione Offline, in particolare per le imprese locali (negozi, ristoranti, alberghi…).

Integrare online e offline non deve per forza essere complesso o costoso e non richiede chissà che tecnologia (mobile, RFID, QR code…). Hai mai pensato, invece, che basta un semplice cartello o un adesivo in vetrina per far sapere ai tuoi clienti che ti possono trovare su Facebook?

Grazie anche alle segnalazione dei fan di BigThink, abbiamo raccolto diversi esempi da cui trarre ispirazione.

Cartelli all’entrata

Il modo davvero più semplice di informare i clienti che possono diventare fan della Pagina Facebook è quello di realizzare un cartello apposito che li inviti a cercarti sul Social Network.

Luca Chirico ci segnala il cartello che ha realizzato e affisso sulla porta di ingresso del suo negozio.

Come vedi, basta un po’ di inventiva. La cosa importante è mettere ben in vista un riferimento al brand di Facebook (il logo, il pulsante mi piace…) e specificare sempre l’indirizzo esatto della Pagina.

Quelli che seguono sono invece due esempi scorretti:

Tralasciando il fatto che ha un Gruppo invece che una Pagina, è ottimo che una gelateria decida di essere presente su Facebook (e che lo segnali ai clienti). Tuttavia c’è un problema di fondo: ok, siete su Facebook, ma come vi trovo? Cosa devo cercare? “Pasticceria Ivana”? “Gelateria Ivana”? (Fonte)

Anche in questo caso, il cartello non è fatto troppo bene: l’ideale sarebbe mostrare proprio l’URL diretta. O almeno una call to action più specifica del tipo: “Cerca ‘Il gelatiere Udine’ su Facebook e diventa fan” (fonte).

Sticker in vetrina

Al posto di realizzare cartelli “casalinghi”, spesso si possono richiedere gli sticker ufficiali dei vari Social.

Luca Chirico, ad esempio, ha richiesto quello di Fourquare.

Facebook, in America e per alcune Pagine Facebook locali, tempo fa inviava per mail uno sticker da attaccare in vetrina. Da questo link puoi scaricare la versione PDF da personalizzare e stampare.

Cartelli creativi

Se un foglio cartaceo o un adesivo sono troppo monotoni per te, dai spazio alla fantasia!

Giorgio Serbanescu ha realizzato un avviso piuttosto originale: una lavagna all’ingresso della Pizzeria.

Certo, forse c’è un po’ troppo testo e non è leggibilissimo, però i riferimenti ci sono tutti e l’idea è buona.

Cartelli sul bancone

Ma chi ha detto che sia più efficace mostrare la Pagina Facebook a chi entra? Magari funziona meglio mettere un bell’avviso alla cassa, il luogo dove il visitatore si trasforma in cliente!

Stefano Quadraro ci segnala un cartello posizionato direttamente sul bancone.

Strumenti più coinvolgenti

Enrico Taddei scrive:

In quest’albergo ho fatto fare così: Ai clienti in fase di check-out viene chiesto di scrivere di proprio pugno sul post-it il loro indirizzo e-mail. Il bigliettino passa al receptionist che archivia i dati per l’invio dell’invito alla pagina e per tutte le altre azioni di dem.

Senz’altro un approccio più coinvolgente, però bisogna vedere quante persone hanno voglia di mettersi lì a scrivere i propri dati su un bigliettino.

Altrimenti, Aldo Panzano propone:

Secondo me sarebbe un ottima idea mettere a disposizione un computer (tipo i totem informativi che si vedono agli aereoporti) e far utilizzare la pagina fan come il vecchio GuestBook.
Cosa ci guadagna un albergo? 1 fan, 1 feedback e sicuramente un certo interesse da parte degli amici dei clienti.
Detto questo la soluzione che hai adottato è sicuramente ottimo per la creazione di una newsletters ma potrebbe essere un sistema troppo passivo per quanto riguarda i socialnetwork. Cosa ne pensi? La mia è solo una piccola intuizione, sicuramente va analizzata e studiata (caso per caso) ma potrebbe essere uno spunto relativamente semplice ed economico (quanto costa un computer ed un monitor?)

Della stessa idea anche Giorgio Serbanescu:

Io sto procedendo in questo modo, il pc acceso su FB, il cliente effetua il login con le sue credenziali e diventa subito fan, parliamo di una profumeria. In una pizzeria voglio far mettere un tablet che faccia la stessa funzione, e possa fare anche subito il commento, prima o dopo aver consumato.

In questo modo andiamo incontro a chi non può accedere subito da mobile o a chi non si ricorda fino a casa l’URL della nostra Pagina Facebook.

Avvisi multimediali

Se si ha a disposizione un televisore o un monitor, perchè non sfruttarlo?

Alberto Antonello segnala uno schermo all’Institut du Monde Arabe a Parigi che, alla fine del video, invita a diventare fan su Facebook.

Certo, qualche riferimento in più alla Pagina Facebook non guasterebbe.

Facebook Take Away

Un’altra tecnica sicuramente efficace è fare in modo che il cliente porti a casa con sè il riferimento stesso alla Pagina Facebook, in modo che non possa proprio dimenticarlo. Certo, si potrebbe mettergli un biglietto da visita nel sacchetto, ma puoi studiare metodi più creativi.

Il famoso negozio Abercrombie, come segnalato da Andrea Licomati, stampa l’invito a diventare fan direttamente sul fondo delle sue ampie borse. Non appena il cliente torna a casa e rivede i suoi acquisti, ecco che scopre la “sorpresa”.

Invece, i prodotti di Riccione Piadina presentano un adesivo sulla confezione che invita ad “Aggiungerli agli amici” di Facebook. Grazie ad Alessandro Coscia per la foto.

Adesivi creativi

Sui tram di Milano, ultimamente c’è una simpatica iniziativa: gli Hooks Books. Si tratta di cofanetti con dei mini libretti contenenti il primo capitolo di alcuni libri pubblicati di recente. Su di essi c’è un piccolo adesivo molto esplicativo.

Non ci sono URL o call to action esplicite, ma mi è piaciuto molto per la sua espressività. Non sembra dire “Cerca ‘hooks books’ su Facebook e clicca Mi piace”?

In conclusione

Promuovere Facebook anche offline costa davvero poco e, alla lunga, può portare degli ottimi risultati se integrato in una strategia più complessa. Come hai visto, ci sono davvero moltissimi modi di integrare reale e virtuale. Non bisogna per forza essere Coca Cola o Diesel.

Ringrazio tutti i fan di BigThink che hanno segnalato e postato foto, contribuendo a questo articolo. Se aveste altre segnalazioni, pubblicate pure sulla bacheca e le inseriremo in un futuro post!

Articolo scritto da Ghido

Fondatore di BigThink.it, si occupa dello sviluppo e del coordinamento dei progetti tecnologici. Specializzato nel Marketing su Facebook e nello sviluppo di Applicazioni Social, fa consulenza e formazione ad aziende ed agenzie.

Leggi anche...

Facebook trick: aggiungere una Pagina Fan ai bookmark in home

Facebook trick: aggiungere una Pagina Fan ai bookmark in home

Se amministri una o più Pagine Fan su Facebook, ti sarai certamente accorto di un difetto di usabilità: ogni volta che vuoi andare sulla tua Pagina, devi cercarla nel box di ricerca di Facebook! A meno che non la inserisci nei bookmark/preferiti del tuo browser, non c'è modo di inserire un link direttamente accessibile ...
Vivi i trailer in prima persona grazie a Facebook Connect!

Vivi i trailer in prima persona grazie a Facebook Connect!

Facebook Connect non è solo utile per integrare Facebook sul nostro blog, ma permette anche una fantastica integrazione con Flash. Molte agenzie di Viral Marketing se ne sono accorte e hanno iniziato ad utilizzarlo in video e trailer per film o videogiochi, aumentando così l'interazione ed il coinvolgimento dell'utente. Grazie a Facebook Connect, infatti, ...
Come guadagnare con un'Applicazione Facebook

Come guadagnare con un’Applicazione Facebook

Abbiamo visto dove trovare hosting gratuito per iniziare a programmare la vostra Applicazione Facebook fino a quando non avrà successo. Vi ho insegnato come crearla, svilupparla e disegnarla. Ora è giunto il momento di scoprire come guadagnare con la vostra App! Ci sono diverse possibilità: le analizzeremo una ad una e vedremo quali sono i ...
BigThink ti regala uno sconto del 10% per Face to Facebook!

BigThink ti regala uno sconto del 10% per Face to Facebook!

Il 27 novembre si terrà a Milano Face to Facebook, il primo corso interamente dedicato a Facebook, organizzato da SeoLab, agenzia di web marketing Torinese. All'evento saranno presenti relatori del calibro di Luca Conti e Robin Good che ci sveleranno i segreti ed i misteri del Marketing su Facebook: Come partendo da un paio di ...
Facebook Contest: The winner is...

Facebook Contest: The winner is…

Dopo due settimane dal suo inizio, ieri sera si è infine conluso il Facebook Contest! Ricordo che in palio c'era l'ebook Facebook: Successo e Business, gentilmente sponsorizzato da Lorenzo De Santis e Bruno Editore. Ma veniamo al dunque. Il primo classificato, che ha fatto iscrivere più amici e si aggiudica il premio, è (rullo di tamburi)...

46 Commenti

  1. ciao, personalmente credo che l’uso delle reti sociali per il marketing sia molto utile, ma non è la prima cosa e soprattutto non basta essere su facebook per far avere notorietà! non è sufficiente che la gente clicchi su MI PIACE, ma è importante rivedersi in una determinata marca, e prenderla come riferimento!

    23 marzo 2011, 16:36
  2. Devo ammettere che hai scritto un bel post, attinente alla situazione reale in cui ci troviamo. Nonostante il web, abbiamo sempre bisogno di un contatto “REALE” che ci permette di integrare al meglio i servizi virtuali (che poi si trasformano in reale e viceversa).
    Se volete fare la pubblicità offline, vi suggerisco http://stampavolantinionline.it , con la nuova veste grafiche e i nuovi prodotti, vi da la possibilità di farvi conoscere spendendo veramente poco 🙂
    Ammetto di essere un pò di parte, ma seguo da tanto il blog, e ho colto l’occasione 🙂

    14 marzo 2011, 17:26
  3. Ciao Daniele,
    il link che hai segnalato per personalizzare il MI PIACE, non è + attivo, ti risulta?

    (questo il link http://www.fileserve.com/file/MpwJQ2n )

    Comunque, qualcuno ne conosce altri dove è possibile personalizzare e stampare lo stickers MI PIACE?

    Grazie

    11 marzo 2011, 20:39
  4. Io punterei sul premiare i fan … Se lo diventano ottengono qualcosa, altrimenti perchè uno dovrebbe diventarlo? Un cartello non penso ti possa aiutare molto anche perchè se non è veramente interessato uno non ti viene a cercare …

    I QRCode potrebbero essere interessanti, ma l’utilizzo in Italia è molto basso.

    Io punterei tutto sul Guerrilla … Mi sembra l’unica via, per promuoversi. Per capire cosa intendo guardate qui: http://www.buzzillablog.com/search/label/Social%20Media avete tante idee e risosrse.

    11 marzo 2011, 17:44
    • Giustissima osservazione Albe! Avevo pensato di scriverlo, ma poi mi è passato di mente. Se nell’avviso/cartello/adesivo si comunica che ci sono sconti o promozioni per chi diventa fan, si dà un incentivo ulteriore ai propri clienti.

      12 marzo 2011, 11:11
  5. Ciao Danile, hai già provato con il QRcode cosi non fanno nemmeno la fatica di digitare il nome?
    Lo so che l’app non molti lo hanno installato, ma era per curiosità 🙂 Il “nerdcaffè” potrebbe tentare 🙂

    Ciao Cesarino
    DAO Daddy

    11 marzo 2011, 16:11
    • Dei QR Code ho giusto intenzione di parlarne più avanti in un futuro post 😉

      11 marzo 2011, 17:51
  6. Ottimo post! Pochissimi blog parlano di integrazione on-off line, cosa invece fondamentale ma che sfugge ai più (clienti/utenti/webbers & markters).

    Grazie! 😉

    11 marzo 2011, 15:22
  7. Il trucco sia dell’offline che dell’online è tutto qui: spesso la visibilità che tu fornisci a Facebook ti viene “restituita” per via delle dinamiche già ben descritte da Daniele. E’ poi abbastanza ovvio che il successo di tale strategia dipende da una serie di fattori che riguardano principalmente le modalità di comunicazione. Il semplice “seguici su facebook” tanto per fare un esempio potrebbe servire a poco senza l’indicazione dell’indirizzo preciso della pagina (indirizzo possibilemnte corto).

    Bravo Daniele, ciao

    11 marzo 2011, 09:54
    • Grazie Ale! 🙂

      11 marzo 2011, 11:13
  8. Spesso ci provo anche io ma la risposta è che manca il tempo per cercare di spingere l’attività facebook…

    Certo immagina se sulla pagina FB transitassero FOTO, VIDEO, condivisioni, contest con blog… idee 10.000 il problema è fargli capire (anche alla luce sel social search) quanto sia FONDAMENTALE iniziare ad IMPLEMENTARE i social seriamente…

    Bel post 🙂

    10 marzo 2011, 22:39
  9. Si, sotto questo aspetto posso darti ragione, molti locali in cui io vado li ho conosciuti semplicemente tramite amici di Facebook, però non so, sarà che personalmente gestendo servizi sul Web e non fisici preferisco l’altro metodo 🙂

    10 marzo 2011, 20:14
    • La strategia analoga per un servizio Web è quella di mettere il Like Box sul sito e trasformare gli utenti/lettori fedeli in fan. E ti assicuro che anche questo funziona tantissimo! Buona parte dei miei nuovi fan arrivano da lì.

      10 marzo 2011, 20:17
      • Per quanto riguarda la funzionalità del like non ci sono dubbi, sono pienamente d’accordo con te che non fa altro che incrementare i nuovi utenti e fan 🙂

        PS: Non mi ero accorto del tasto “Rispondi” nel commento precedente, pardon!

        10 marzo 2011, 20:18
  10. Il punto che non capisco è il seguente:

    Perchè devo fare della pubblicità gratuita essenzialmente a Facebook? Dopotutto non posso recuperare nessun dato dei miei clienti da Facebook, al limite posso mandarli dei messaggi, ma dopotutto se sono miei clienti… Sono miei clienti! 😀

    Secondo me queste strategie devono essere usate al contrario, ovvero, portare da Facebook alla vita reale la persona, non il contrario.

    Ovviamente sottolineo che questa è semplicemente la mia visione dei fatti 🙂

    10 marzo 2011, 20:02
    • Rifletti: se hai 100 clienti fedeli e li fai diventare fan della tua Pagina Facebook, si scatena un passaparola automatico che farà si che anche i loro amici ne vengano a conoscenza, tramite notifica in bacheca/home, interazione coi contenuti della Pagina.. ecc…

      Chi sarà più disposto a diventare fan per primo e consigliarlo agli amici? Un cliente soddisfatto o uno che ti trova per caso?

      Il primo passo è questo. Poi il secondo passo sarà far diventare fan persone che non conoscono la mia attività e quindi portarle offline, facendole diventare clienti.

      10 marzo 2011, 20:11

29 Citazioni